PeruEtico: l'idea

PeruEtico è un tour operator di turismo responsabile con sede a Cusco sulle Ande, che organizza viaggi in Perù, Messico ed Argentina.

Siamo anche un'Associazione specializzata nell'inclusione sociale in Perú. PeruEtico, 2 realtà, 1 sogno in comune, turismo e solidarietá.

PeruEtico: il viaggio

Ti piacerebbe poter finanziare, con il tuo viaggio, dei microprogetti in zone disagiate del Perù?

Vorresti entrare in contatto con la popolazione locale e vedere come vive? Preferiresti visitare il paese scoprendo luoghi fuori dalle solite rotte convenzionali?

Il Candelabro di Paracas

Il Candelabro di Paracas

Sul versante nord della penisola di Paracas, riserva nazionale Peruviana, si trova, inciso su una balza di arenaria rosa digradante dolcemente verso il mare, il famoso "candelabro": un geroglifico di origine sconosciuta il cui significato si ritiene che fosse quello di "faro" per i naviganti ma altre ipotesi sostengono fosse la sagoma di un cactus, pianta sacra alla cultura Chavin, mentre, altre ancora affermano che simboleggiasse la costellazione della "Croce del Sud".
Lo studioso tradizionalista Renè Guenon sostiene debba trattarsi di una rappresentazione dell’Albero della Vita mentre studiosi più vicini a un ottica visionaria e sciamanica sostengono la tesi di una rappresentazione del cactus San Pedro (Trichocereus pachanoi), cactus dalle proprietà allucinogene che si ritrova spesso in mano nelle raffigurazioni di alcune divinità locali od associato a figure umane di sciamani che lo tengono in preda ad un estasi visionaria.
Il San Pedro è un cactus simile a un albero, alto da 3 a 6 m, con numerose ramificazioni. Britton e Rose (1920) lo identificarono per primi come Trichocereus pachanoi, basandosi su un campione proveniente da Cuenca, in Ecuador. La mescalina è il principale alcaloide psicoattivo presente in questo cactus, che è abbondante nel Perù settentrionale, incluso Chavan de Huantar. La prima documentazione per il cactus del San Pedro fu ritrovata nel sito costiero peruviano noto come Las Aldas (ca. 2000-1500 a.C.; Fung 1969; Polia Meconi 1996: 289). In aggiunta, un nascondiglio di offerte depositate nell'atrio del tempio nel centro cerimoniale di Garagay (1200-1000 a.C.), sulla costa centrale peruviana, includeva due figurine con cactus di San Pedro sulla loro schiena (Burger 1995: 64).

Nella cultura Moche le rappresentazioni del cactus del San Pedro sono numerose. Frequente è la raffigurazione di una sciamana-guaritrice (curandera) che tiene in mano un pezzo di San Pedro.


Luciano Silva

Scrivi un commento

Qualche domanda? _ +